Come vivono i nostri ragazzi il rapporto con la zona industriale

La percezione della zona industriale nei più giovani conclusioniAbbiamo chiesto agli alunni della nostra scuola secondaria di primo grado di rispondere ad alcune domande per aiutarci a comprendere come i ragazzi tra gli 11 e i 13 anni vivono il rapporto con la zona industriale.

Il questionario è assolutamento anonimo e non contiene nessun elemento che possa permettere di risalire all'identità del compilatore.

Si tratta di un'indagine che non vuole avere valore statistico ma che fornisce comunque alcuni elementi utili a capire quello che rappresentano per i ragazzi di quell'età le industrie presenti nel nostro territorio.

I risultati sono stati discussi nel corso della tavola rotonda che si è svolta presso il salone del Circolo Unione di Augusta, sabato 12 marzo, organizzato dall'Università di Catania.

Ecco i risultati.


Come nasce una mafia, raccontato da Angelo Migliore

Migliore 1Il gruppo di alunni che partecipa al progetto 'Contro le mafie progettiamo a colori', assieme alle terze classi della scuola secondaria, hanno incontrato ieri il dott. Angelo Migliore, per lungo tempo dirigente della squadra mobile della Polizia di Stato a Siracusa, ora in pensione, autore del libro "Come nasce una mafia. Nelle viscere della provincia «babba»".

Il dott. Migliore ha raccontato ai ragazzi, particolarmente attenti e interessati, la storia della mafia nella provincia di Siracusa, nota fino alla fine degli anni settanta come la «provincia babba», proprio perchè si riteneva immune dalle infiltrazioni della mafia.

Il dott. Migliore ha invece raccontato di come sia nata e si sia insediata la criminalità mafiosa a Siracusa e provincia, la sua evoluzione e la lotta delle istituzioni.

La grande curiosità dei ragazzi rende necessario un secondo incontro, non appaena sarà disponibile la nuova edizione del libro, attualmente esautrito nelle librerie.


Successo della Fiera del dolce

Fiera del dolce 2016Anche quest'anno la 'Fiera del dolce', organizzata dal comitato dei genitori per rincrementare il Fondo di solidarietà, utilizzato per sostenere gli alunni le famiglie attraversano un momento di difficoltà economica, si è rivelata un successo.

Il ricavato della Fiera è stato di 1.513,340 €, di cui 842,34 € nel plesso princiaple e 671,00 € nel plesso Polivalente.

Un risultato che dimostra, nonostante il momento economicamente difficile per tutte le famiglie, la sensibilità delle famiglie degli alunni verso i problemi dei meno fortunati.


Giovanna Raiti racconta il fratello Salvatore vittima della mafia

Giovanna RaitiNell'ambito del progetto 'Contro le mafie progettiamo a colori', Giovanna Raiti ha incontrato gli alunni della scuola secondaria.

La responsabile provinciale della memoria dell'associazione Libera ha raccontato la storia del fratello Salvatore, il giovane carabiniere ucciso nell'agguato mafioso il 16 giugno del 1982, nella circovallazione dei Palermo, assieme ad altri due colleghi e all'autista del furgone che trasportava il boss catanese Alfio Ferlito dal carcere di Enna a quello di Trapani.

I ragazzi, che hanno seguito con grande emozione il racconto del dolore di quella che allora era una ragazza di diciassette, e della sua famiglia, alla fine hanno consegnato a Giovanna Raiti un mazzo di fiori che lei ha poi portato sulla tomba del fratello.

Guarda il servizio su Webmarte.tv


Il Carnevale della scuola primaria

Carnevale primaria 2016Anche quest'anno la scuola è stata invasa dall'allegra sfilata dei bambini in maschera.

Guidati dalle maestre, anche loro in maschera, una folla di supereroi, pirati, streghe, principi e principesse e tanti altri personaggi dei fumetti e dell'attualità hanno affollato le aule e i corridoi della scuola primaria.

Una giornata di festa per celebrare il Carnevale a scuola in allegria.

Tanta musica a, alla fine, dolci e chiacchere per tutti offerti dai genitori che, insieme alle insegnanti, hanno preparato la festa.


A Giada Intagliata il premio per la maschera più bella

Premio carnevale 16Anche quest'anno gli alunni della nostra scuola secondaria hanno organizzato il carnevale a scuola, con tanto di Dj e premio per la maschera più bella.

Dopo una mattinata dedicata a balli, scherzi e sfilate all'interno della scuola, il premio per la maschera più originale, assegnato da una commissione di insegnanti scelta dagli stessi alunni, è stato vinto da Giada Intagliata della 3B.

Una giornata in grande allegria e serenità, grazie anche al contributo dei due Dj, Gianluca Blandino e Salvo Fazio, genitori delle due Giulia della 1C, che con grande passione e generosità, hanno animato la festa facendo balllare assieme alunni e insegnanti.


Pubblicato sull'albo pretorio l'avviso per la selezione di personale interno per il Pon Fesr “WIFI per una didattica connessa”

banner PON 14 20 Con la nota prot. n. AOODGEFID/1770 del 20.01.2016 il Miur ha comunicato l'approvazione del progetto “WIFI per una didattica connessa”, nell'ambito del FESR Asse II obiettivo 10.8 – “Diffusione della società della conoscenza nel mondo della scuola e della formazione e adozione di approcci didattici innovativi”, azione 10.8.1 Interventi infrastrutturali per l’innovazione tecnologica, laboratori professionalizzanti e per l’apprendimento delle competenze chiave” del PON - ” Programma Operativo Nazionale 2014IT05M2OP001 “Per la scuola – competenze e ambienti per l’apprendimento ed il relativo finanziamento".

Sull'albo pretorio è pubblicato l'avviso per la selezione di personale interno a cui affidare la progettazione e il collaudo.

Leggi l'avviso per la selezione di personale interno per l'attività di progettista e di collaudatore.


I pupi di Gioacchino Cacciaguerra alla scuola dell'infanzia

Pupi 2016Il saraceno e il cristiano, nella loro lotta infinita, si sono battuti per i bambini della scuola dell'infanzia, secondo la tradizione dei pupi siciliani.

Il breve spettacolo divulgativo è stato messo in scena da Gioacchino Cacciaguerra, che ha rappresentato alcune scene tratte dai testi dell'opera dei pupi, con la variante della riappacificazione finale tra i due contentendenti.

Lo spettacolo, che rientra tra le iniziative che la scuola realizza per mantenere vive le tradizioni popolari anche tra i più piccoli, è stato molto apprezzato dai piccoli alunni che hanno seguito le scene applaudendo con grande entusiasmo, fino all'abbraccio finale con i protagonisti ormai riappacificati.


Cibo, ambiente e biodiversità

Cibo 1È cominciato con gli alunni delle quinte classi della scuola secondaria, il ciclo di incontri del progetto ‘Il rapporto tra cibo, ambiente e biodiversità’, tenuto dal noto giornalista siracusano Carmelo Maiorca, docente accreditato dall’associazione ‘Slow food’ per Master of food.

Maiorca è anche vice presidente di Slow Food Sicilia e coordinatore regionale delle guide ‘Osterie d’Italia’ ed ‘Extravergini’ e collaboratore di altre guide e riviste specializzate nel settore.

Nel corso degli incontri, che coinvolgeranno anche la scuola secondaria, gli alunni sono stati coinvolti mediante la proiezione di filmati, esercizi di educazione sensoriale, questionari, e il racconto e l'assaggio di prodotti di storica tipicità territoriale, che Slow Food valorizza da tanti anni, come il miele di timo ibleo e l'olio extravergine di oliva ottenuto da varietà autoctone siciliane.

Particolarmente apprezzato dagli alunni è stato offerto assieme a fette di pane a lievitazione naturale, dell'azienda agricola carlentinese di Alfina Leone e del figlio Emanuel.


Pubblicato il Piano Triennale dell'Offerta Formativa

PTOF 2016-2019E' pubblicato sul sito il Piano Triennale dell'Offerta Formativa per il triennio scolastico 2016/2019.

Il PTOF, introdotto con il comma 14 dell’articolo 1 della legge 13 luglio 2015, n. 107, nota come ‘Buona scuola’, esplicita l’offerta formativa dell’Istituto, negli anni scolastici 2016/17, 2017/18, 2018/19.

Il piano è il documento fondamentale costitutivo dell’identità culturale e progettuale delle istituzioni scolastiche ed esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa e organizzativa che le singole scuole adottano nell’ambito della loro autonomia.

Comprende e riconosce le diverse opzioni metodologiche, anche di gruppi minoritari, valorizza le corrispondenti professionalità e indica gli insegnamenti e le discipline tali da coprire il fabbisogno dei posti comuni e di sostegno dell’organico dell’autonomia e il fabbisogno dei posti per il potenziamento dell’offerta formativa.

Leggi il PTOF per il triennio scolastico 2016/2019.


news 03

***

Approssimandosi la stagione calda, a partire da lunedì 06 maggio, verrà meno l’obbligo per gli alunni di indossare il grembiulino scolastico.

A partire da tale data, gli alunni dovranno indossare le magliettine ufficiali, di colore verde con il logo della scuola.


***

totem-istituto-costa light

Contatore

Visitatori
34
Articoli
435
Web Links
7
Visite agli articoli
2872578

Contatore Visite